Trovare lavoro come ingegnere aerospaziale: come fare

Pubblicato il da animadamianto

In questo scritto ci si occuperà sinteticamente di chiarire il ruolo e le competenze di un ingegnere aerospaziale e, conseguentemente, delle modalità di impiego di questa figura professionale.

Chi è l'ingegnere aerospaziale?

Gli ingegneri aerospaziali progettano e verificano il funzionamento di velivoli impiegati tanto per usi civili quanto per usi militari e commerciali. Tali mezzi di trasporto possono essere perciò aerei, elicotteri o navette spaziali. Il lavoro dell'ingegnere aeronautico consiste anche nella supervisione delle fasi produttive, gestionali e organizzative.

Optare per una facoltà quale ingegneria aerospaziale implica la possibilità di svincolare diversi rami lavorativi: oltre a quanto già descritto un laureato in ingegneria aereospaziale può ambire a settori in cui normalmente trovano sbocco naturale gli ingegneri meccanici, delle telecomunicazioni e gli ingegneri implicati nell'utilizzo dei materiali leggeri.

Trovare lavoro

Le possibilità occupazionali per quest'ambito sono parecchie: il lavoro dell'ingegnere aerospaziale può essere richiesto in aziende leader nella produzione motoristica o propulsiva o ancora, com'è ovvio pensare, in case aereonautiche o spaziali. L'ambito di impiego può essere particolarmente favorevole all'estero. Altri sbocchi sono costituiti dagli enti che testano e certificano i prodotti, dall'area tecnica e manutentiva delle linee aeree e dall'Aeronautica Militare.

In molti casi le stesse facoltà organizzano dei tirocini con aziende italiane ed estere che, se ben svolti, possono fruttare un futuro lavoro. In italia esistono parecchie aziende che possono dare lavoro ai laureati in ingegneria aeronautica: si pensi alla Alenia, alla Telespazio, alla CIRA, alla Galileo Avionica, alla Mars. Chi cerca lavoro da laureato in ingegneria aerospaziale può rivolgersi anche alla Carlo Gavazzi Space, all'Agenzia Spaziale Italiana e all'Agenzia Spaziale Europea. Inutile dire che bisogna inizialmente mandare i curricula un po' dappertutto. Le statistiche in merito sono abbastanza confortanti: la maggior parte dei neolaureati infatti trova un impiego entro un anno dal compimento degli studi. Un'altra risorsa non trascurabile è il web: qui, oltre alle offerte dei privati, è possibile avere tempestiva comunicazione di concorsi a carattere nazionale inerenti questo genere di figura professionale. Inizialmente gli stipendi non saranno elevatissimi, come del resto avviene per tutte le altre categorie professionali, ma nel giro di non molti anni si potrà contare su guadagni di un certo rilievo.

MOON

Commenta il post