Giorgio Gaber

Pubblicato il da animadamianto

In questo articolo parleremo della biografia di Giorgio Gaber.

Giorgio Gaber, all'anagrafe Giorgio Gaberscik, nacque a Milano il 25/01/1939.

Iniziò a suonare la chitarra quasi per caso: doveva curare una paralisi del braccio sinistro. Giorgio ha 15 anni e frequenta un istituto milanese di ragioneria. Prosegue gli studi alla Bocconi (economia e commercio) e si paga gli studi suonando nei locali della movida milanese. In questo frangente conoscerà personaggi del calibro di Adriano Celentano, Enzo Jannacci e Mogol che gli apre le porte della Ricordi. Debutta con "Ciao, ti dirò", scritta in collaborazione con Luigi Tenco. In quegli anni raggiunge il successo con "Non arrossire", "Le nostre serate", "Le strade di notte", "Il Riccardo", "Trani a gogò", "La ballata del Cerruti", "Torpedo blu", "Barbera e champagne". Sono ormai gli anni '60, il 1965 per l'esattezza. quando sposa Ombretta Colli. Partecipò 4 volte al Festival di Sanremo (1961; 1964; 1966; 1967) e conduce vari formast televisivi. Intanto si impegna anche sul fronte teatrale e al Piccolo Teatro di Milano presente "Il signor G". Tra i suoi lavori musicali si ricordano:

  • Far finta di essere sani (1972);

  • Libertà obbligatoria" (1976);

  • Polli d'allevamento (1978);

  • Il grigio (1989);

  • E pensare che c'era il pensiero (1995);

  • Un'idiozia conquistata a fatica (1998).

La sua vita finisce giorno 01/01/2003 dopo aver lottato contro una malattia incurabile.

1 Giorgio Gaber in concert | Source http://www. flickr. com/photos/cap

Con tag TV e Personaggi

Commenta il post