Come curare il mughetto giapponese

Pubblicato il da animadamianto

In questo scritto ci si curerà delle tecniche colturali e delle condizioni climatiche atte a fornire al mughetto giapponese un corretto percorso di crescita e sviluppo.

Il mughetto giapponese va preferibilmente messo a dimora in zone soleggiate e ricche di sole o, in caso di necessità, in zone semi-ombreggiate. Molto importante per la salute del mughetto del Giappone è preservarlo dalle folate di vento più intense. Questo fiore ha crescita tappezzante. Per decidere dove coltivarlo è importante sapere inoltre che questa pianta si dimostra particolarmente resistente anche alle più rigide temperature. Si può concludere quindi che il mughetto può essere coltivato in giardino pressoché a tutte le latitudini. I suoi fiori crescono in grappolo tra una moltitudine di foglie verde scuro e bacche blu cobalto e possono assumere diverse colorazioni. La fioritura però avviene soltanto da luglio ad ottobre. Questa pianta non ha particolari esigenze nè per quanto riguarda il terreno né per quanto riguarda la somministrazione d'acqua. In particolare si può dire che cresce bene anche in terricci comuni, ma predilige terreni sciolti, organicamente ricchi e con alte capacità drenanti. Le annaffiature sono necessarie soltanto in caso di prolungati fenomeni di siccità o in caso di terreno completamente asciutto. Buona norma comunque resta quella di non eccedere nelle quantità; il mughetto del Giappone infatti è scarsamente vulnerabile, è una pianta molto forte, ma teme parecchio i ristagni idrici, causa principale di eventuali marciumi radicali. Durante i mesi primaverili ed estivi è consigliabile somministrare periodicamente dei concimi liquidi disciolti nell'acqua delle innaffiature circa una volta al mese oppure dei concimi granulari adatti a piante verdi. Il mughetto giapponese può moltiplicarsi naturalmente per stoloni o artificialmente tramite la divisione in cespi. In quest'ultimo caso l'operazione dovrà avere luogo durante la primavera o l'autunno. La pianta è una sempreverde decorativa non tanto per i fiori quanto piuttosto per le bacche e le foglie.

good morning vicenza

Con tag Agricoltura

Commenta il post